GAETA tra arte e storia

IL LIBERO COMUNE (1123-1233)


La ricerca può essere effettuata per uno o più valori
anche parziali. (Es. ANT trova Antonio, Antonella e Kant)
Per gli anni prima della nascita di Cristo usare il segno - (Es. 20 a.C. = -20)

Verificato
Area Golfo
Area Mondo
Tipo
Descrizione
Fonte


mod Ver Anno Data Golfo Mondo Tipo Descrizione Fonte DOC
crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente
si121300-11-1213GaetaSiciliastoriaCostanza, moglie di Federico II, a seguito della notizia della morte del fratello, invia dal papa come messo, F. di Gaeta

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo I Parte I )


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122700-10-1227GaetastoriaFederico II visita Gaeta, Sessa e Capua

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122000-01-1220FormiastoriaFederico II con suo diploma prende sotto la sua diretta protezione il monastero di S. Erasmo, sottraendolo ai baroni e confermandone i beni.
Abate in carica è Diodato


Rubrica delle Carte di S. Erasmo - doc 13
si121200-04-1212Fondi, GolfostoriaFederico II conferma a Riccardo dell'Aquila la contea di Fondi e concede le terre libere fino al Garigliano.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122328-02-1223MontecassinostoriaFederico II conferma alcuni privilegi all'Abbazia di Montecassino.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo II Parte I )


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122300-02-1223MontecassinostoriaFederico II è a S. Germano, dove emette alcuni decreti. Si trattiene per circa un mese.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo II Parte I )


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122522-07-1225MontecassinostoriaFederico II è a S. Germano, dove emette alcuni decreti. Si trattiene per circa una settimana (fino al 28 luglio).

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo II Parte I )


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)
si122300-03-1223RomaNapoli e variestoriaFederico II emana un decreto riguardo i castelli di Gaeta, Napoli, Aversa e Foggia nonchè alle mura di Isernia.

si122104-01-1221MontecassinostoriaFederico II emette alcuni privilegi a favore del monastero di Montecassino, tra cui il possesso di alcune chiede. L'abate è Stefano.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo II Parte I )


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122200-10-1222GaetastoriaFederico II in un privilegio fa riferimento a Gaeta e ai territori circostanti.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo II Parte I )


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122115-01-1221Sessa AuruncastoriaFederico II si ferma a Sessa Aurunca dal 15 al 17 Gennaio.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo II Parte I )


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122100-02-1221GaetaAbbazia CasamaristoriaFederico II, conferma i privilegi all'abate Rogerio dell'abbazia di Casamari. Tra i vari prvilegi ci sono 600 tareni annui provenienti dalla città di Gaeta.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo II Parte I )


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si121217-03-1212GaetastoriaFederico II, diretto in Germania, su navi gaetane, raggiunge a Gaeta dove viene accolto con molti onori. Qui trova anche Riccardo dell'Aquila, conte di Fondi e il conte di Aquino.
A Gaeta, Federico II concede al Cardinale Presbitero Pietro Santo Marcelli una cappella in Amalfi.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122000-12-1220MontecassinostoriaFederico II, è a S. Germano presso Montecassino, accolto dall'abate Stefano.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122920-06-1229GaetastoriaGregorio IX anticipa ai Gaetani che la città resterà demaniale e quindi non sarà mai ceduta come feudo.
In seguito nello stesso giorno conferma gli esoneri fiscali concessi dai re normanni indispensabili alle attività commerciali.

(Gaeta La storia - P. Corbo e M. Corbo - Vol. II pag 211 - 1989)


Gaeta La storia - P. Corbo e M. Corbo - Vol. II - 1989
si122921-06-1229GaetastoriaGregorio IX concede a Gaeta numerosi privilegi per cercare di attrarre la città nella sua orbita abbandonando Federico II. Concede il diritto di eleggere consoli, di ampliare la città, di ampliamneto della città su Monte Orlando, di salvaguardia dei beni in caso di naufragio.
Probisce però la costruzione di qualunque fortificazione.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122919-06-1229GaetastoriaGregorio IX riceve Giovanni Caboto e Pietro Bulgamino cittadini di Gaeta incaricati di trattare il passaggio della città sotto il dominio pontificio.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si120800-06-1208MontecassinostoriaInnocenzo III è a S. Germano con Pietro di Celano e Riccardo di Fondi

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si1210GaetastoriaPietro è abate del monastero di S. Michele Arcangelo in Planciano

Codex Diplomaticus Cajetanus, doc LXX del 10-2-946
si119700-06-1197Formia, Fondi, TraettostoriaRiccardo dell'Aquila, definito conte di Fondi, dona al monastero di S. Erasmo una selva posta vicino a S. Maria delle Grottelle (Traetto).
La donazione è fatta all'abate Diodato definito 'avo dello stesso conte'


Rubrica delle Carte di S. Erasmo - doc 11
si113500-05-1135GaetastoriaRICCARDO DRENGOT, diventa vassallo di Ruggiero II di Sicilia che sta portando avanti la lotta per l'unificazione del Sud Italia.
La città appoggia il duca per via degli importanti traffici marittimi di Palermo


P. e M. Corbo Gaeta La storia Vol. II - 1989 - pag. 31
si122000-12-1220MontecassinostoriaStefano, abate di Montecassino, è testimone ad un privilegio di Federico II

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si1148storiaTEODINO e TRASMUNDO, entrambi monaci benedettini, reggono la chiesa Gaetana fino al 1151. Non si sa chi di loro nella successione fosse il primo.

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si122900-03-1229Garigliano, Itri, San GermanostoriaTommaso, conte di Acerra scrive a Federico II avvertendolo che Giovanni di Brienne, inviato da papa Gregorio IX è entrato con un esercito nel regno, occupando San Germano e tutte le terre tra il Garigliano ed il Volturno ad eccezione di Capua.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si122405-06-1224GaetaNapolistoriaA Siracusa, l'imperatore Federico II di Svevia con un decreto crea l'Università di Napoli. Questa Università, per volere del suo fondatore, ha carattere laico e statale, tanto da essere considerata la prima università di tale tipo. Presso questo nuovo studio giungono grandi maestri: Anello da Gaeta per le lettere Latine, Arnaldo da Cambio per la filosofia, per il diritto Roffredo di Benevento e Benedetto d'Isernia
Era la prima istituzione del genere, statale e decisamente laica, aliena da ogni influenza Monastica; aveva lo scopo di creare giuristi e cancellieri dello stato.
Federico promette agli studenti condizioni vantaggiose: presenza di tutte le discipline e di famosi magistri, convenzioni con gli alberghi per una pensione di due once d'oro senz'altri carichi, prestito dei libri di testo. Il freddo Federico si abbandona anche a considerazioni paterne: la presenza di un'università nel regno libera i giovani dalle insidie di lunghi viaggi all'estero e li mantiene sotto gli occhi dei loro genitori
Per tutti questi motivi, l'imperatore intima sotto pena delle persone e delle cose, che nessuno osi uscire dal Regno per motivi di studio né che entro i confini del Regno osi apprendere o insegnare altrove.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo II Parte I ).


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si121800-02-1218Gaeta, FormiastoriaAlberico Sorrentino dona al monastero di S. Erasmo e al suo abate Dato (Diodato) un casemento posto nella piazza di S. Maria in Pensulis a Gaeta.

Il casamento viene definito come 'con l'aria libera da tutte le parti, con cucina, mezzanini e cellaro sotto, con atrio e cortile, ecc avendo ad occidente il muro comune don le case di Giovanni d'Alvito, di maestro Landolfo e di Donato e libero dalle altre parti'


Rubrica delle Carte di S. Erasmo - doc 12
si120404-10-1204GaetastoriaAltra lettera di Innocenzo III in cui Tommaso Maltacea di Gaeta è riportato come Regio Giustiziere.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si1123AquinostoriaCapo della dinastia aquinate è Atenolfo VIII conte di Atina.

si1123NapolistoriaDal 1123 al 1137 è duca di Napoli Sergio VII (conquista normanna di Napoli)

si121100-03-1211MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Adenolfo, (marzo 1211 - agosto 1215)

si1171MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Domenico I (1171 - 25 aprile 1174)

si1168MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Egidio (1168 - 1168)

si113719-09-1137MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Guibaldo, (19 settembre 1137 - 2 novembre 1137)

si122700-12-1227MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Landolfo Sinibaldo, (dicembre 1227 - 28 luglio 1236)

si112600-05-1126MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Nicola I, (maggio 1126 - 11 luglio 1127)

si112318-01-1123MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Oderisio II, (gennaio 1123 - maggio 1126)


si117426-04-1174MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Pietro II, (aprile 1174 - 8 luglio 1186)

si121024-06-1210MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Pietro III, (24 giugno 1210 - 28 gennaio 1211)

si1168MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Pietro, (1168 - 1171) (amministratore apostolico)

si113713-11-1137MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Rainaldo II, (13 novembre 1137 - 28 ottobre 1166)

si113710-02-1137MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Rainaldo, (10 febbraio 1137 - 18 settembre 1137)

si118809-07-1188MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Roffredo de Insula, (9 luglio 1188 - 30 maggio 1210)

(C'è stata una vacanza di due anni?)


si112712-07-1127MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Senioretto, (12 luglio 1127 - 4 febbraio 1137)

si121513-09-1215MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Stefano I, (13 settembre 1215 - 21 luglio 1227)

si116629-10-1166MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Teodino I, (ottobre 1166 - 14 settembre 1167)

si122022-11-1220MontecassinostoriaE' abate di Montecassino, Stefano

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si116500-06-1165FormiastoriaE' abate di S. Erasmo Benedetto

Rubrica delle Carte di S. Erasmo - doc 9
si1124GaetastoriaE' vescovo di Gaeta dal 1124 al 1148 RICCARDO, monaco di Montecassino. Di lui parla Georgius nella Hist. Eccl. Setinae designandolo come colui che dichiarò la Scrittura Curiale Gaetana scrittura ufficiale per gli atti pubblici. Essa differisce da quella beneventana, usata fino ad allora anche a Geata, per alcuni particolari segni.

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1152GaetastoriaE' vescovo di Gaeta dal 1152 al 1169 GIACINTO

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1169Gaeta, MontecassinostoriaE' vescovo di Gaeta dal 1169 al 1179 RAINALDO II, monaco cassinense

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1179GaetastoriaE' vescovo di Gaeta dal 1179 al 1182 GIOVANNI II, citato tra i partecipanti al Concilio Ecumenico Lateranense III

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1188GaetastoriaE' vescovo di Gaeta dal 1188 al 1200, PIETRO II. C'è stata una vacanza di sei anni circa nella sede episcopale

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si120030-11-1200GaetastoriaE' vescovo di Gaeta dal 1200 al 1217, EGIDIO.
Ottimo amico di papa INNOCENZO III


A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1217GaetastoriaE' vescovo di Gaeta dal 1217 al 1251, ADENOLFO.

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si120318-07-1203CostantinopolistoriaFine del regno di Alessio III Angelo . Fugge

si120408-02-1204CostantinopolistoriaFine del regno di Alessio IV Angelo. Viene deposto anche Isacco II

si120415-05-1204CostantinopolistoriaFine del regno di Alessio V Ducas Murzuflo. Ucciso

si120514-04-1205CostantinopolistoriaFine del regno di Baldovino I di Fiandra. Imprigionato ad Adrianopoli, morirà nel 1206

si121611-06-1216CostantinopolistoriaFine del regno di Enrico di Hainault.

si121901-09-1219CostantinopolistoriaFine del regno di Iolanda.

si122801-01-1228CostantinopolistoriaFine del regno di Roberto di Courtenay

si122201-08-1219CostantinopolistoriaFine del regno di Teodoro I Lascaris.

si1195CostantinopolistoriaFine del 1° regno di Isacco II Angelo . viene accecato e imprigionato fino al 1203

si1130VeneziastoriaFine del dogato di Domenico Michiel

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1156VeneziastoriaFine del dogato di Domenico Morosini

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1205VeneziastoriaFine del dogato di Enrico Dandolo

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1192VeneziastoriaFine del dogato di Orio Mastropiero

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1147VeneziastoriaFine del dogato di Pietro Polani

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1229VeneziastoriaFine del dogato di Pietro Ziani

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1178VeneziastoriaFine del dogato di Sebastiano Ziani

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1172VeneziastoriaFine del dogato di Vitale II Michiel

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1159RomastoriaFine del papato di Adriano IV

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1181RomastoriaFine del papato di Alessandro III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1154RomastoriaFine del papato di Anastasio IV

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1124RomastoriaFine del papato di Callisto II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si114408-03-1144RomastoriaFine del papato di Celestino II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si119808-01-1198RomastoriaFine del papato di Celestino III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1191RomastoriaFine del papato di Clemente III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1153RomastoriaFine del papato di Eugenio III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1187RomastoriaFine del papato di Gregorio VIII

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si114324-09-1143RomastoriaFine del papato di Innocenzo II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1216RomastoriaFine del papato di Innocenzo III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si114515-02-1145RomastoriaFine del papato di Lucio II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1185RomastoriaFine del papato di Lucio III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1130RomastoriaFine del papato di Onorio II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1227RomastoriaFine del papato di Onorio III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1187RomastoriaFine del papato di Urbano III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si118310-08-1183CostantinopolistoriaFine del regno Alessio II Comneno . Assassinato

si118512-09-1185CostantinopolistoriaFine del regno Andronico I Comneno . Linciato

si114308-04-1143CostantinopolistoriaFine del regno Giovanni II Comneno

si118024-11-1180CostantinopolistoriaFine del regno Manuele I Comneno

si1124GaetastoriaFine del vescovato di ALBERTO

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1217GaetastoriaFine del vescovato di EGIDIO

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1169GaetastoriaFine del vescovato di GIACINTO

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1182GaetastoriaFine del vescovato di GIOVANNI II

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1200GaetastoriaFine del vescovato di PIETRO II.

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1179GaetastoriaFine del Vescovato di RAINALDO II

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1148GaetastoriaFine del Vescovato di RICCARDO

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1151GaetastoriaFine del vescovato di Teodino/Trasmundo

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si121200-02-1212GaetastoriaGiuramento di Federico II a Innocenzo III compilato dal notaio Giovanni Buonomo di Gaeta. Il documento è rilasciato a Messina

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si112900-01-1129GaetastoriaI consoli di Gaeta emanano disposizioni per creare una finanza pubblica capace di far fronte ai bisogni generali.
Il documento fa riferimento al duca Riccardo ma è emesso direttamente dal giudice e dai consoli; inoltre indica i tre organi di governo:
- il potere giudiziario (Giudice)
- il potere legislativo (Sapientes viri)
- il potere esecutivo (i Consoli)

Tutti insieme deliberano che:
- i proventi provenienti dall'arte della tintura praticata dagli ebrei nonchè provenienti da qualunque altra attività di questi ultimi (tessitura e produzione sapone), siano devoluti alla città
- siano devolute alla città la tassa del sale e quella dell'olio
- siano devoluti alla città i proventi della tassa chiamata 'decazia' e qualunque altro profitto i consoli possano individuare o ottenere

Dal documento si evince che:
- è giudice Giovanni
- sono consoli Iacopo Maltacia, Costantino Gattola figlio del console Costantino, Docibile Manganella, , Giovanni Castagna,


Codex Diplomaticus Cajetanus, doc CCCXVII
si112300-11-1123GaetastoriaIl duca RICCARDO chiede di coniare una moneta con la propria effige; tutto il popolo giura solennemente che non avrebbe mai permesso che venisse eliminato il follaro, l'antica moneta in circolazione in circolazione da circa 150 anni (980 circa) e nomina in loro rappresentanza quattro consoli cittadini: Iacopo Maltacia, Docibile Manganella, Anatolio Castagna e Costantino Gattola Burdone.
E' giudice della città Giovanni.
Anche se già a partire dal 1032 il potere dei duchi è andato sempre più scemando a favore delle istituzioni cittadine e nel 1105 (accordo con Tolomeo) la città stipula autonomamente i suoi trattati economici, è la prima volta che eleggono consoli e giurano di opporsi al duca.
E' la nascita ufficiale del libero comune.
Da questo momento il titolo di Duca di Gaeta diventa puramente onorifico, la città non sarà mai più assegnata ad un feudatario e, per i secoli successivi, rimarrà di competenza demaniale, cioè i suoi rappresentanti risponderanno direttamente al re.
Eventuali governatori militari della città (soprattutto spagnoli) lo faranno con il titolo di ViceRe.

I consoli sono eletti ogni anno il giorno dell'Assunzione (15 agosto) e durano in carica per tutta l'indizione successiva (1 settembre - 31 agosto). Alla voce del banditore gli uomini si riuniscono nella cattedrale e qui eleggono in maniera 'unanime e concorde' i loro rappresentanti.

Il documento riporta che è il terzo anno del ducato di Riccardo quindi, per il calcolo delle indizioni, la sua nomina è precedente a settembre 1121.


Codex Diplomaticus Cajetanus, doc CCCI
si112700-11-1127GaetastoriaIl duca Riccardo dopo aver rinunciato a coniare le monete del ducato, rinuncia anche a molti altri poteri: concede quindi ai consoli e al popolo gaetano il palazzo della curia (l'edificio destinato alle attività della pubblica amministrazione), la vigna posta sul litorale e i cantieri navali (scavia).
La donazione è gratuita.

Dal documento si evince inoltre che:
- Bartolomeo, padre di Riccardo, principe capuano e conte di Carinola è morto
- il giudice cittadino è Giovanni
- sono consoli della città Stefano Manganella, Giovanni Siloti, Madelmo di domino Docibile e Marino Boccafazo
- la donazione è gratuita e fatta all'intero popolo gaetano 'maiori, mediocri e minori'
- la donazione è stata proposta dai 'sapientes viri' della città


Codex Diplomaticus Cajetanus, doc CCCXI
si1143Gaeta, FormiastoriaIl papa Innocenzo II emette una bolla diretta a Giovanni, abate di S. Erasmo con la quale prende sotto la sua protezione il monastero e lo libera da qualunque esazione laicale e vescovile
Ne conferma inoltre tutti i beni tra i quali la chiesa di S. Maria de Crocellis in Gaeta (Chiesa di S. Giovanni e Paolo poi S. Maria dell'Orazione e Morte)
Concede inoltre di poter far ordinare i monaci da altri vescovi in caso di opposizione o impedimento del vescovo di Gaeta


Rubrica delle Carte di S. Erasmo - doc 4
si121001-11-1210GaetastoriaIl vescovo EGIDIO trasloca dal Monastero di S. Teodoro Magno alla Cattedrale il capo di detto Santo; è ancora conservato nella cappella del tesoro.

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si114500-09-1145Gaeta, FormiastoriaIl vescovo di Gaeta RICCARDO permuta con Gregorio, arciprete della chiesa di S. Maria Maddalena, un terreno posto in Gianola con un altro posto nei pressi della chiesa e confinante con un appezzamento appartenente alla chiesa di S. Salvatore di Gaeta

Rubrica delle Carte di S. Erasmo - doc 7
si121200-02-1212GaetastoriaImpegno di Federico II a Innocenzo III sull'elezione del papa; compilato dal notaio Giovanni Buonomo di Gaeta. Il documento è rilasciato a Messina

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si118025-11-1180CostantinopolistoriaInizio del regno Alessio II Comneno

si1195CostantinopolistoriaInizio del regno Alessio III Angelo, fratello di Isacco

si120301-08-1203CostantinopolistoriaInizio del regno Alessio IV Angelo. Coimperatore è Isacco II Angelo

si120409-02-1204CostantinopolistoriaInizio del regno Alessio V Ducas Murzuflo

si118311-08-1183CostantinopolistoriaInizio del regno Andronico I Comneno

si120416-05-1204CostantinopolistoriaInizio del regno di Baldovino I di Fiandra, imperatore latino.

si122802-01-1228CostantinopolistoriaInizio del regno di Baldovino II di Courtenay, imperatore latino, figlio di Iolanda. Sarà incoronato solo nel 1240

si120515-04-1205CostantinopolistoriaInizio del regno di Enrico di Hainault, imperatore latino e fratello di Baldovino I. Opererà da reggente fino alla sua incoronazione del 20.08.1206

si1231CostantinopolistoriaInizio del regno di Giovanni di Brienne, imperatore latino, figlio di Iolanda. Sarà incoronato solo nel 1240

si1222CostantinopolistoriaInizio del regno di Giovanni III Vatatzes, a Nicea.

si121612-06-1205CostantinopolistoriaInizio del regno di Iolanda, imperatore latino e sorella di Baldovino e Enrico.

si1221CostantinopolistoriaInizio del regno di Roberto di Courtenay, imperatore latino, figlio di Iolanda.

si120801-03-1208CostantinopolistoriaInizio del regno di Teodoro I Lascaris, con sede a Nicea.

si118512-09-1185CostantinopolistoriaInizio del regno Isacco II Angelo , 1° regno

si114309-04-1143CostantinopolistoriaInizio del regno Manuele I Comneno

si113521-04-1135GaetastoriaLa città di Gaeta dona alla cattedrale, per le sue esigenze, l'intera tassa dell'olio (mezza cafisa per ogni otre) che fino a questo momento era di proprietà del Comune.

Dal documento di evince che:
- è il 14° anno del ducato di Riccardo
- il documento è emesso dal giudice e dai consoli
- il giudice è Docibile
- i consoli sono 7 : Costantino Gattola, Madelmo di domino Docibile, Mattia Filoto, Leone di Platea, Marino figlio di Giovanni, Gualgano Castagna, Geronimo Maltacia.
- la cerimonia della firma avviene solenemente in cattedrale
- il vescovo in carica è Riccardo


Codex Diplomaticus Cajetanus, doc CCCXXVII
si122019-02-1220GaetastoriaLettera di Federico II a Papa Onorio III in cui si fa riferimento al notaio Giovanni Buonomo di Gaeta. La lettera è rilasciata a Hagenowe

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si120600-09-1206GaetaSiciliastoriaLettera di Innocenzo III

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si120404-10-1204GaetastoriaLettera di Innocenzo III a Federico II in cui Tommaso Maltacea di Gaeta è riportato come Regio Giustiziere.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si120909-01-1209GaetastoriaLettera di Innocenzo III in cui Tommaso Maltacea di Gaeta è riportato come Regio Giustiziere.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si117109-04-1143CostantinopolistoriaManuele I Comneno associa al regno il figlio Alessio II

si118100-05-1181FormiastoriaMarozza Continebome vende a Pietro de Maso una sepoltura posta nel chiostro del monastero di S. Erasmo e vicina alla porta del chiostro stesso per '5 soldi di tarì amalfitani' (circa 17,82 grammi d'oro)

Rubrica delle Carte di S. Erasmo - doc 10
si1225AquinostoriaNasce S. Tommaso d’Aquino da Landolfo e Teodora.

si1130Montecassino, VallemaiostoriaNel 1130 e nel 1137 i cittadini di Vallefredda (Vallemaio) si ribellano all'abbazia di Montecassino e appoggiano Ruggero il Normanno

si1137Montecassino, VallemaiostoriaNel 1130 e nel 1137 i cittadini di Vallefredda (Vallemaio) si ribellano all'abbazia di Montecassino e appoggiano Ruggero il Normanno

si114500-08-1145FormiastoriaNell'atto di donazione al Monastero di S. Erasmo di un terreno posto in località Caldane nel territorio di Mondragone, viene indicato Pietro come abate del monastero.

Rubrica delle Carte di S. Erasmo - doc 6
si119924-11-1199Sicilia, RomastoriaNr. 2 epistole di Papa Innocenzo III nelle quali descrive come Marcovaldo si è alleato con i Saraceni per conquistare la Sicilia.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si1167GaetastoriaPapa ALESSANDRO III nel suo peregrinare giunge a Gaeta

si119900-01-1199FondistoriaPapa Innocenzo III scrive a L. (?) dell'Aquila, conte di Fondi, riguardo la morte di Costanza d'Altavilla, madre di Federico II

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si119900-02-1199MontecassinostoriaPapa Innocenzo III scrive ai familiari di Federico II chiedendo di coalizzarsi contro il siniscalco Marcovaldo, che ha occupato S. Germano e il monastero di Montecassino. (Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)

Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si115812-03-1158Gaeta, Sperlonga, Itri, Campodimele, Maranola, Castro Argento, Suio, Spigno, FrattestoriaPapa Adriano IV, con una bolla diretta al vescovo GIACINTO, elenca i paesi soggetti alla giurisdizione della Diocesi Gaetana; sono: Sperlonga, Itri, Campodimele, Maranola, Castro Argento, Suio, Traetto, Spigno, Fratte, ecc. (C.D.C. p. II t. II, pag 282 nr. CCCXLV)

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si117029-03-1170GaetastoriaPapa Alessandro III invia al vescovo RAINALDO II una bolla simile a quella inviata da ADRIANO IV a Giacinto, sulla pertinenza dei territori della diocesi. (CDC p.II t.II, nr CCCLI, pag 293)

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si121000-10-1210GaetastoriaPrivilegio di Federico II compilato dal notaio Giovanni Buonomo di Gaeta. Il privilegio è rilasciato a Caltagirone

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si121200-04-1212Gaeta, MontecassinostoriaSu richiesta di papa Innocenzo III e di Stefano camerario cassinense, Federico II invia un suo ufficiale, Giovanni Russo, cittadino gaetano, dal castellano della "Roccae Bantrae" (Rocca d'Evandro) per restituirla al monastero di Montecassino.

(Historia Diplomatica Frederici Secundi - Huillard Breholles, Albertis de Luynes - 1852 - Tomo I Parte I - pagg. 209-210)


Huillard Breholles, Albertis de Luynes (1852)apri documento
si120801-06-1208GaetaMarsigliastoriaTrattato tra Gaeta e Marsiglia, in cui i Gaetani assicurano ai Marsigliesi di proteggere le loro navi, galee, beni e persone.
La decisione è presa dai consoli, dal consiglio e da tutto il popolo gaetano. Il documento è firmato anche da tutti i consiglieri

Sono consoli di Gaeta Giovanni d'Albito, Gregorio Gattola, Pietro Bulgamino, Giovanni Patanius

Sono consiglieri Adenulfo Mancanella, Giovanni Accecano, Filardo Gattola, Giovanni Castagna, Angelo Zeccadenari, Gerardo Burdone, Leone Mancanella Pecora, Leone Scarano, Matteo Baraballo, Gerardo Mostaca, Constantino Spataro, Brancharius Pizzicademone, Giovanni Cinquesoldi, Rainerio

(Louis Mery e F.Giundon - HISTOIRE ANALYTIQUE ET CHRONOLOGIQUE DES ACTES ET DES DÉLIBÉRATIONS DU CORPS ET DU CONSEIL DE LA MUNICIPALITÉ DE MARSEILLE - 1841 - pagg 215-216)


L.Mery e F.Giundon (1841)apri documento
si1129GaetaNapolistoriaTrattato tra Sergio di Napoli e la città di Gaeta

si1138GaetaAtranistoriaTrattato tra Gaeta e Atrani

si1134GaetaSan Felice CirceostoriaTrattato tra Gaeta e il Signore del Circeo

si1206GeataNizzastoriaTrattato tra Gaeta e Nizza

si1214GaetaPisastoriaTrattato tra Gaeta e Pisa

si1147VeneziastoriaViene eletto doge Domenico Morosini

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1192VeneziastoriaViene eletto doge Enrico Dandolo

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1229VeneziastoriaViene eletto doge Jacopo Tiepolo

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1178VeneziastoriaViene eletto doge Orio Mastropiero

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1130VeneziastoriaViene eletto doge Pietro Polani

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1205VeneziastoriaViene eletto doge Pietro Ziani

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1172VeneziastoriaViene eletto doge Sebastiano Ziani

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1156VeneziastoriaViene eletto doge Vitale II Michiel

Claudio Rendina - I Dogi - 1984
si1159RomastoriaViene eletto papa Alessandro III.
Immediatamente scacciato da Roma, viene incoronato a Ninfa ed in seguito viaggia tra l'Italia e la Francia, rientrando a Roma solo 12-03-1178


Claudio Rendina - I Papi - 1996
si119808-01-1198RomastoriaViene eletto papa Innocenzo III, lo stesso giorno della morte di Celestino. Nato come Lotario dei Conti di Segni, nel castello di Gavignano, tra Roma ed Anagni, era figlio di Trasimondo Conti, conte di Segni e di Claricia, imparentata con la famiglia di Papa Clemente III. Suo padre fu membro del famoso casato dei Conti, che alcuni genealogisti congiungono ai conti di Tuscolo ed addirittura alla gens Anicia.

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1154RomastoriaViene eletto papa Adriano IV

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1153RomastoriaViene eletto papa Anastasio IV

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si114326-09-1143RomastoriaViene eletto papa Celestino II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1191RomastoriaViene eletto papa Celestino III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1187RomastoriaViene eletto papa Clemente III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si114518-02-1145RomastoriaViene eletto papa Eugenio III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1227RomastoriaViene eletto papa Gregorio IX

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1187RomastoriaViene eletto papa Gregorio VIII

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si113023-02-1130RomastoriaViene eletto papa Innocenzo II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si114412-03-1144RomastoriaViene eletto papa Lucio II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1181RomastoriaViene eletto papa Lucio III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1124RomastoriaViene eletto papa Onorio II

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1216RomastoriaViene eletto papa Onorio III

Claudio Rendina - I Papi - 1996
si1185RomastoriaViene eletto papa Urbano III

Claudio Rendina - I Papi - 1996






GAETA tra arte e storia è un progetto