GAETA tra arte e storia

IL PERIODO DI RICCARDO DELL'AQUILA (1104-1111)


La ricerca può essere effettuata per uno o più valori
anche parziali. (Es. ANT trova Antonio, Antonella e Kant)
Per gli anni prima della nascita di Cristo usare il segno - (Es. 20 a.C. = -20)

Verificato
Area Golfo
Area Mondo
Tipo
Descrizione
Fonte


mod Ver Anno Data Golfo Mondo Tipo Descrizione Fonte DOC
crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente crescente decrescente
si110400-10-1104Gaeta, Traetto, Suio, Pico, Sessa, MontecassinoAvellinostoriaNella lotta tra il principe Riccardo II e suo fratello Roberto il Blosseville si schiera con Roberto; il principe allora lo priva del ducato e lo assegna a Riccardo dell'Aquila
Il territorio del Ducato e quello delle terre di S. Benedetto sono percorsi da bande ed eserciti che tutto distruggono al punto da costringere il vescovo di Gaeta ALBERTO a chiedere, almeno per i beni e le persone legate a chiese e monasteri, una promessa scritta di non far danni.(1105)
Riccardo dell'Aquila gode di notevole prestigio in tutta Italia: dal 1100 è conte di Avellino, Conte di Pico, conte di Sessa (1105), conte di Traetto, vassallo di Montecassino in quanto conte di Suio. Dal papa ottiene feudi nelle terre di S. Pietro e dai conti Ugo e Simone (figli di Roberto di Capua) feudi nel Molise.
L'abate Ottone di Montecassino lo vorrà protettore degli uomini e delle terre di S. Benedetto (1107)


P. e M. Corbo Gaeta La storia Vol. II - 1989 - pag. 29
si1105Gaeta, MontecassinostoriaE' vescovo di Gaeta dal 1105 al 1124 ALBERTO. Viene definito un uomo onesto, studioso e perfetto e proviene dall'abbazia di Montecassino

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1105Pontecorvo, MontecassinostoriaPontecorvo viene ceduta a Montecassino

si110509-02-1105GaetaRomastoriaE' di questa data l'atto che sancisce la pace tra i Gaetani e Tolomeo, conte di Tuscolo ed esponente della marineria romana.
Nonostante l'enorme prestigio che di Riccardo dell'Aquila, in questo atto viene completamente ignorato, segno evidente che il potere del duca sulla città è pressocchè nullo.


si110508-12-1105MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Ottone (dicembre 1105 - 1 ottobre 1107)

si110602-02-1106GaetastoriaPapa Pasquale II consacra la Cattedrale di Gaeta

A. Giordano - La cattedrale episcopale di Gaeta - 1989
si1107NapolistoriaDal 1107 al 1123 è duca di Napoli Giovanni VI

si1107Gaeta, Montecassino, S. Andrea al GariglianostoriaIl Castrum S. Andreae è compreso tra quelli che Riccardo dell'Aquila, duca di Gaeta, prende sotto la sua protezione, giurando fedeltà all'abate Ottone

si1107Gaeta, MontecassinostoriaL'abate Ottone di Montecassino chiede a Riccardo dell'Aquila, di proteggere gli uomini e delle terre di S. Benedetto

si110700-11-1107MontecassinostoriaE' abate di Montecassino San Bruno, (novembre 1107 - settembre 1111 dimesso)

si1109GaetaRomastoriaRiccardo dell'Aquila aiuta il pontefice a rientrare a Roma, dove gli era ostile la fazione dei Colonna, ligi all'imperatore.


P. e M. Corbo Gaeta La storia Vol. II - 1989 - pag. 34
si1110AquinostoriaE' conte di Aquino Landone III.

si1111GaetastoriaMuore RICCARDO DELL'AQUILA

si1111GaetastoriaANDREA, figlio di Riccardo dell'Aquila, subentra al padre nel Ducato di Gaeta. Resta in carica poco più di un anno

P. e M. Corbo Gaeta La storia Vol. II - 1989 - pag. 30
si111100-10-1111MontecassinostoriaE' abate di Montecassino Gerardo, (ottobre 1111 - 17 gennaio 1123)






GAETA tra arte e storia è un progetto